STATUTO
dell'Organizzazione Sindacale della FABI

Aggiornato dal XIX Congresso Nazionale tenutosi a Roma dal 15 al 19 febbraio 2010

COSTITUZIONE SCOPI E PATRIMONIO


Art.1

È costituita la Federazione Autonoma Bancari Italiani (F.A.B.I.), Associazione dei Sindacati Autonomi Bancari d'Italia. La F.A.B.I. è retta dalle leggi e dai regolamenti in vigore e dalle disposizioni del presente Statuto. La F.A.B.I. è apartitica e aconfessionale. Possono essere iscritti alla F.A.B.I. le lavoratrici e i lavoratori dipendenti, parasubordinati e autonomi, in servizio presso Aziende o Enti Privati e Pubblici, che svolgono attività rientranti nel settore del credito, ovvero strumentali e/o assimilabili al credito, a quello finanziario e della riscossione tributi, che abbiano versato i contributi nella misura stabilita dal Consiglio Nazionale. Possono essere altresì iscritti alla F.A.B.I., secondo i criteri di cui sopra, i pensionati, i soggetti in attesa di pensione e/o esodati ed i familiari superstiti. L'iscrizione è ad ogni effetto alla Federazione Autonoma Bancari Italiani e viene effettuata per il tramite del S.A.B., quale struttura territorialmente competente con riferimento al luogo di lavoro, oppure per i pensionati, i superstiti e i soggetti in attesa di pensione e/o esodati, alla residenza dell'associato o all’ultima sede di servizio e/o di incarico sindacale. L'iscritto alla F.A.B.I., che per qualsiasi motivo modificasse stabilmente il suo luogo di lavoro, entra automaticamente a far parte degli iscritti del S.A.B. territorialmente competente.


Art.2

La sede della F.A.B.I. è in Roma e non può essere in comune con quella di un partito politico.


Art.3

La F.A.B.I. si propone i seguenti scopi:

a) difesa, in qualunque sede e con qualsiasi mezzo, degli interessi economici, morali ed assistenziali, sia collettivi che individuali, di tutti i soggetti individuati all'art. 1;
b) formazione - ad ogni livello e grado - in forma individuale e collettiva dei quadri sindacali e dei soggetti di cui all'art. 1;
c) miglioramento ed elevazione dello stato morale e sociale degli associati, realizzandone le legittime aspirazioni ed affermandone i diritti.


Art.4

Tutte le cariche federali, regionali e dei S.A.B. sono ricoperte da iscritti alla F.A.B.I., mediante elezioni con votazioni a scrutinio segreto e con le modalità previste dal presente Statuto e dai rispettivi regolamenti. Gli eletti restano in carica per quattro anni. Compiti di ricerca, di studio e di rappresentanza di interessi per conto della Federazione, dei S.A.B. e/o di strutture collegate, potranno essere affidati, temporaneamente e/o con incarichi specifici, ad iscritti alla F.A.B.I. che non siano titolari di cariche sindacali. Le cariche e gli incarichi temporanei, di cui sopra, non danno diritto a compensi, salvo il rimborso delle spese e/o indennizzi, secondo le previsioni contenute nell’art.25 lettera t) e lettera u).Le cariche sindacali previste dal presente Statuto sono incompatibili con le cariche esecutive di partiti e/o movimenti politici.


Art.5

Il patrimonio della F.A.B.I. è costituito da:

a) beni mobili ed immobili e valori comunque pervenuti per acquisti, lasciti, donazioni, legati, successioni di fatto e/o di diritto, od in altro modo legittimo;
b) somme accantonate a qualsiasi titolo fino al loro utilizzo.


Art.6

Le entrate della F. A.B.I. sono costituite da:

a) contributi ordinari e straordinari;
b) interessi attivi e altre rendite patrimoniali;
c) somme da essa incassate per atti di liberalità e per qualsiasi titolo (donazioni, diritti, rendite, ecc.);
d) finanziamenti ottenuti tramite il Fondo Sociale Europeo (F.S.E.), i Fondi Regionali, o attraverso altre istituzioni od Enti che promuovano la formazione.