Previous Page  4 / 6 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 4 / 6 Next Page
Page Background

3

Che cos'è il TFR?

Il TFR è quella somma che è pagata dal datore di lavoro al dipendente

quando questi termina il rapporto di lavoro (Trattamento di Fine Rapporto).

L’importo accantonato annualmente è pari al 6,91% della retribuzione e

viene rivalutato ad un tasso pari all’1,50% fisso aumentato del 75%

dell’aumento ISTAT. Entro sei mesi dall’assunzione, il lavoratore/lavoratrice

deve decidere ove destinare il proprio TFR.

Vi sono tre possibilità: 1) destinare il TFR da maturare alla forma

pensionistica complementare; 2) lasciare il TFR in Azienda; 3) non effettuare

alcuna scelta.

In questo caso si ha l’adesione cosiddetta tacita: il TFR confluisce

automaticamente nella forma di pensione complementare esistente per

quell’Azienda o per quel contratto di lavoro.

Cos’è l’assistenza sanitaria integrativa?

È un insieme di prestazioni finalizzate alla tutela della salute che integrano il

sistema sanitario nazionale. Tali prestazioni possono essere contenute in

polizze, fondi sanitari e casse sanitarie stipulate anche tramite specifici

accordi tra le rappresentanze sindacali e il datore di lavoro. Solitamente

sono strutturate a contribuzione sia del datore di lavoro che del lavoratore e

rappresentano una parte fondamentale del cosiddetto “welfare aziendale”,

poiché danno la possibilità al lavoratore di integrare in maniera importante le

prestazioni del sistema sanitario nazionale. I relativi documenti, moduli,

norme, statuti e tutte le informazioni utili sono a disposizione dei colleghi,

reperibili solitamente nella intranet aziendale, e comunque sempre tramite il

proprio rappresentante sindacale.

LAVORARE IN BANCA: UN LAVORO DI RESPONSABILITÀ

Oltre che Credito, finanza e vendita di servizi vari, siamo chiamati a rispettare

tutta una serie di normative "esterne", di legge, legate alla tutela dei diritti

della clientela e/o all'osservanza di altre norme primarie. La conoscenza ed il

rispetto delle varie normative MIFID, ANTIRICICLAGGIO e PRIVACY appunto

(solo per citare alcune delle più importanti) è fondamentale anche per non

incorrere in gravi conseguenze di natura contrattuale e giuridica. Nel dubbio,

chiedete sempre al vostro sindacalista FABI di riferimento.