My Generation N° 3 Anno 2015 Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  24 / 34 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 24 / 34 Next Page
Page Background

Giovani, arte, lavoro

di Maria Chiara Wang

Esecutivo Nazionale FABI Giovani

iovani, arte, lavoro

G

24

GIANLUIGI STORTO

È UN CHIMICO CON

LA PASSIONE PER

LA SCRITTURA

E LA FOTOGRAFIA

H

a pubblicato due monografie

divulgative dal taglio mer-

ceologico: una sul tè (

“Il tè.

Verità e bugie, pregi e difetti”

, scrit-

to con Salvatore Pellegrino, edito nel

2006) ed una sul cioccolato (

“Il cioc-

colato. Scienza, storia e curiosità”

edito nel 2014); inoltre, dal settem-

bre 2013, espone le proprie foto sul

sito

fotocommunity.it

, dove compa-

re anche lo scatto dal titolo

“Pulizia

di una strada”

oggetto del presente

articolo.

In primo piano: un furgone della

nettezza urbana – centrato rispetto

a tutte le direzioni – domina la sce-

na; in secondo piano: subito dietro

al veicolo, ed in gran parte nascosta

da questo, una rotonda, anch’essa

perfettamente centrata rispetto al-

l’inquadratura; lo sfondo – in verti-

cale – è diviso dicotomicamente: a

sinistra e al centro dominano il ver-

de degli alberi e di un chioschetto di

fiori vecchio stile, mentre i simboli

della città (una serie di palazzi, un

cartello stradale ed un’autovettura)

sono relegati in fondo a destra.

La vettura proviene dal verde, per ri-

tornare, nella circolarità del percor-

so, ad esso.

Alla strada, coprotagonista, è dedi-

cata quasi tutta la metà inferiore

dell’immagine.

Dopo la “riabilitazione” semantica

avvenuta nel corso degli ultimi anni

(da spazzini a netturbini, ad opera-

tori ecologici), Storto propone la ri-

qualificazione artistica: questa foto-

grafia, infatti, è un tributo alla pop

art sia per il soggetto rappresentato,

di natura popolare, sia per la tecnica

con cui è stata realizzata. I colori in-

tensi, vivaci, quasi provocatori, che

alterano e reiventano la realtà, sono

quelli della grafica di Warhol.

“Pop Art” è l’abbreviazione di “po-

pular art”, nel senso di un’arte di

massa prodotta per la società dei

consumi. E cosa potrebbe rappre-

sentare meglio il consumismo, se

non uno dei simboli dell’usa e getta?

Storto esorcizza e valorizza così un

mestiere forse troppo spesso smi-

nuito.

GianluiGi stOrtO

puliZia Di una straDa