My Generation N° 3 Anno 2016
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  32 / 38 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 32 / 38 Next Page
Page Background

nogastronomia

E

32

Enogastronomia

L

a storia del kiwi ha inizio in

Cina, nella valle del fiume

Yang-tse, dove cresce spon-

taneo. Il suo nome cinese era “yan-

gtao” e alla corte del Gran Khan di-

venne presto una moda, per il suo

sapore particolare ed il suo colore

verde smeraldo.

Lo yangtao cresceva allora selvatico

in forma di vite attorcigliata attor-

no agli alberi. Le prime coltivazioni

nella Cina meridionale iniziarono

circa 700 anni fa vista la crescente

richiesta di questo frutto per usi sia

alimentari sia ornamentali.

All'inizio dell'Ottocento arrivò in

Inghilterra, grazie ad un collezio-

nista della Società Britannica Reale

di Orticultura che inviò in patria al-

cuni frutti e i loro semi, ma la sua

vera diffusione ci fu solo nel Nove-

cento. Tutto iniziò nel 1904, quan-

do Isabel Frazer, insegnante della

città neozelandese di Wanganui, ri-

tornò da un viaggio in Cina con una

manciata di semi neri del frutto

Ac-

tinidia deliciosa

. L’agricoltore Ale-

xander Allison li piantò. Nel 1905

nacquero i primi kiwi su suolo neo-

zelandese, anche se al tempo erano

noti con il nome di uva spina cine-

se. Nel 1928 avvenne una svolta

nella coltivazione dei kiwi. L’esper-

to in scienze agrarie Hayward

Wright riuscì a sviluppare una va-

rietà particolare di Actinidia. Le

sue caratteristiche peculiari sono la

forma ovale, il gusto piacevole e la

lunga durata. Attualmente, la qua-

lità Hayward è quasi sinonimo del

rinomato kiwi verde. Nel 1934 Jim

MacLouglin piantò un’

Actinidia

sul suo terreno a Te Puke, nella re-

gione di Bay of Plenty, nell’estremo

nord dell’isola settentrionale. Il ter-

IL LUNGOVIAGGIO

DEL

dallaCina all’Italia