My Generation N° 4 Anno 2016
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  27 / 34 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 27 / 34 Next Page
Page Background

di

Pierluigi Aiello

e

Giorgio Isabella

Esecutivo Nazionale FABI Giovani

Sport

squadre in cui gioca quel Cristiano Ronaldo che, in-

vece, ha fatto incetta di trofei e veleggia verso l’enne-

simo pallone d'oro.

E per Griezmann? La consapevolezza di essere arri-

vato tra i grandi e che il lavoro duro e la volontà gli

daranno altre occasioni per alzare un trofeo.

Sembra strano parlare degli sconfitti, specialmente

in un’epoca dove conta solo il risultato, il percorso

che facciamo per arrivarci, il come ci riusciamo, in-

vece, non ha più importanza.

Boniperti diceva: “Vincere non è importante, è la sola

cosa che conta”. D'altronde, sono le coppe e i titoli

che restano; il sudore, la fatica, le prestazioni, sono

cose che non contano e di cui si perde ben presto me-

moria, o almeno questo è quello che una parte della

società di oggi vuole far passare per normale, nello

sport come nel lavoro.

Per noi bancari, infatti le coppe e le medaglie sono

oggi considerati - da qualche top manager - i budget

e consuntivi di vendita.

Il risultato è la sola cosa che conta? Non per tutti pe-

rò. Non per noi.

n

27

"Il piccolo diavolo" con la faccia da bravo ragazzo ha

disputato un campionato europeo esaltante, con pre-

stazioni sempre più convincenti. Ha preso per mano

la squadra sin dalla fase a gironi, mettendo in ombra

il tanto atteso Pogba, scacciato i fantasmi contro l'Ei-

re e partecipando alla roboante vittoria contro gli in-

credibili Islandesi, altro vero fenomeno mediatico di

questo torneo.

In semifinale, disputa una sublime partita contro la

Germania, il nemico storico di sempre, i potenti te-

deschi vengono schiantati con una doppietta che lo

consacra capocannoniere della manifestazione.

Ma il dio del calcio non sempre premia chi merita e

la stagione di Antoine sarà ricordata da tanti, più per

le due finali perse che per le prestazioni sfoggiate.

Esatto, due finali, quella della notte di Saint Denis,

infatti, si aggiunge a quella di

Champions League disputa-

ta il 28 maggio tra Atletico

Madrid e Real, dove

Griezmann ha calciato

sul palo un rigore. Due

partite sfortunate, ed un

caso bizzarro che solo il

calcio sa creare, en-

trambi i match sono

stati vinti dalle

Settembre

/

Ottobre 2016

SEMBRA STRANO PARLARE DEGLI

SCONFITTI, SPECIALMENTE IN

UN’EPOCA DOVE CONTA SOLO

IL RISULTATO, IL PERCORSO CHE

FACCIAMO PER ARRIVARCI,

IL COME CI RIUSCIAMO, INVECE,

NON HA PIÙ IMPORTANZA