My Generation N° 1 Anno 2017
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  5 / 34 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 5 / 34 Next Page
Page Background

5

Febbraio

/

Marzo 2017

A

nno nuovo, abitudini vecchie. Anche nel 2017 le

prospettive dei giovani colleghi bancari non sem-

brano promettere bene. È una mattinata qualun-

que, in una banca qualunque, all'interno di un'agenzia

qualunque. Sono da poco passate le 11 e come ogni giorno

tutte le colleghe e tutti i colleghi sono indaffarati per far

fronte all'ennesima difficoltosa e campale giornata la-

vorativa. Basta poco per rendersene conto, una ra-

pida occhiata e il gioco è fatto.

“Guarda qui: pratiche sospese e in arretrato, pres-

sioni commerciali dalla direzione, budget impos-

sibili, ma da raggiungere in tempi stretti, chiusure

di conti correnti, gente spazientita che sbuffa in co-

da alla cassa. Credimi, non è facile lavorare in que-

ste condizioni”.

Esordisce con queste parole la giovane lavoratrice che

prima tra tutte mi vede arrivare in agenzia. Mi viene in-

contro un po' demoralizzata, quasi rassegnata. Ma sempre

e comunque seria e professionale nello svolgere ogni gior-

no il proprio lavoro. Come tutti, del resto. Appare solle-

vata per essere riuscita a manifestare il proprio scontento

e poi ammette:

“È un sollievo vedere qui in filiale qualcuno del sindacato

e, pur non essendo io una vostra iscritta, devo dire che

voi della Fabi siete sempre molto presenti sul territorio.

Grazie per il vostro impegno e, già che ci sei, ti prego di

riportare a chi di dovere il nostro disagio”.

Lo farò. È il mio mestiere. Del resto siamo tutti

ben consapevoli che in rete la vita è dura.

“Molto dura. Perdonami lo sfogo, ma qui si sgobba dav-

vero senza tregua. Manca il personale, avevano detto che

Attualità

ttualità

A

INTRINCEA

“Non è facile lavorare

in queste condizioni”

di

Ludovico Paganelli

Esecutivo Nazionale FABI Giovani

LO SFOGO DI UNA COLLEGA

EVIDENZIA LE GRAVI

PROBLEMATICHE

QUOTIDIANE IN BANCA