My Generation N. 3 Anno 2017
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  29 / 40 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 29 / 40 Next Page
Page Background

di

Pierluigi Aiello

Esecutivo Nazionale FABI Giovani

29

Sport

Giugno

/

Luglio 2017

Riccardo da subito, non è uno dei tanti, non lo è mai

stato. Nel 2012 a soli 14 anni, guidava il Volley Segrate

alla promozione in b1, nel 2015 quando ne ha 17, viene

convocato da Milano per disputare la Superlega (la

serie A del volley) per poi essere promosso a titolare

in questa stagione.

È presente praticamente i tutte le nazionali giovanili

in cui è convocabile e l’anno scorso arriva addirittura

la prima convocazione in nazionale maggiore, quando

ha appena compiuto 18 anni.

I due anni trascorsi a Milano, complici gli infortuni e

le difficoltà di tutta la squadra sono stati un po' opachi

per Riccardo, ma i propositi per la prossima stagione

sono ben altri. È terminata infatti la Regular Season

di Superlega e molte squadre iniziano a pensare alla

prossima stagione. Così è per la Revivre Milano che

sembra voler completamente rivedere il proprio pro-

getto sportivo, partendo però da due punti fermi: l’al-

lenatore Andrea Giani, ex giocatore e componente del-

la “generazione di fenomeni” degli anni ‘90 e proprio

Sbertoli, a cui Giani vuole fermamente consegnare le

chiavi della squadra.

Intanto è quasi iniziata l’estate, che per il volley mon-

diale sancisce l’inizio della stagione delle nazionali, e

per Riccardo Sbertoli gli appuntamenti sono ben defi-

niti. Il 21 aprile scorso è arrivata la convocazione del

c.t. azzurro blengini per la World League 2017, dove

Riccardo si contenderà il posto con l’altro enfant pro-

dige, Giannelli. L’esordio è stato il 2 e 3 giugno a Pesaro.

Successivamente dal 23 giugno al 3 luglio ci saranno i

mondiali under 21 in Repubblica Ceca; qui i compagni

dovranno attendere il loro palleggiatore che sicuramen-

te salterà la gara d’esordio, poiché sarà impegnato nella

prova scritta degli esami di maturità. Una volta sbrigate

le incombenze scolastiche, si spera che Sbertoli e com-

pagni vivano un mondiale da protagonisti.

Fuori dal campo, come detto, Riccardo è all’ultimo

anno della maturità scientifica ad indirizzo sportivo

ed a detta sua non vede l’ora d’iniziare a frequentare

l’università, che gli permetterà finalmente di poter

partecipare liberamente ad allenamenti e partite, go-

dendo di maggior flessibilità per lezioni ed esami.

Per il futuro, ne siamo certi, l’Italvolley sarà in buone

mani.

n

FUORI DAL CAMPO

RICCARDO È ALL’ULTIMO

ANNO DELLA MATURITÀ

SCIENTIFICA AD

INDIRIZZO SPORTIVO.

PER IL FUTURO,

NE SIAMO CERTI, L’ITALVOLLEY

SARÀ IN BUONE MANI