INTESA: OK al Fondo Sanitario

INTESA: OK al Fondo Sanitario

iv>Da oggi in poi i circa 75mila lavoratori italiani di Intesa Sanpaolo e le loro famiglie potranno contare su un unico Fondo aziendale, che assicurerà loro il rimborso di spese mediche non coperte dal Servizio sanitario nazionale.

Il fondo è stato costituito formalmente sabato, dopo mesi di serrate trattative, grazie a un accordo siglato a Milano dalle organizzazioni sindacali, FABI in testa, e dalla banca.
In quest’unica cassa mutua di Gruppo, che diverrà operativa dal prossimo gennaio, confluiranno entro tre anni i vecchi fondi sanitari ex Casse San Paolo, Intesa e Fondo Assistenza ex Cariparo ora Cariveneto. Così tutti i dipendenti e i pensionati delle banche e della società del Gruppo Intesa Sanpaolo potranno ricevere il medesimo trattamento di assistenza sanitaria integrativa, ad oggi diversificato a secondo del fondo cui si è iscritti.
Rimborsi per ricovero, visite specialistiche di alta diagnostica, operazioni chirurgiche, acquisto di lenti da vista o di protesi dentarie e per tante altre spese mediche non coperte dal Servizio nazionale: questi i vantaggi che il fondo sanitario di Gruppo offrirà ai suoi iscritti.
Le entrate della cassa mutua saranno costituite in parte da un contributo annuale dell’azienda (900 euro), in parte dalla contribuzione di dipendenti e pensionati, che nel Fondo verseranno una piccola percentuale del loro stipendio o pensione (dall’1 al 3%) e che potranno effettuare versamenti anche a beneficio dei propri familiari.
“Il fondo sanitario di Intesa Sanpaolo”, spiega Mauro Bossola, Segretario generale aggiunto della FABI, “è stato fortemente voluto dalla nostra organizzazioni sindacale anche in vista dei continui tagli alla sanità pubblica cui stiamo assistendo in questi ultimi anni.
Offrirà, infatti, una risposta di solidarietà concreta ai bisogni sanitari dei territori e delle comunità, soprattutto delle fasce sociali più deboli, già messe a dura prova dalla crisi economica”.
“Inoltre”, prosegue Bossola, “L’accordo sul Fondo Sanitario in IntesaSanpaolo, è la prosecuzione di relazioni sindacali costruite sulla volontà condivisa di dare un assetto di garanzie e tutele in cui tutti i lavoratori del Gruppo possano riconoscersi, acquisendo così nel tempo spirito di identità e appartenenza.”
Una volta a regime il Fondo, con i suoi circa 200mila associati, potrebbe diventare primo in Europa per numero di iscritti.
Milano 02/10/2010
POLITICA ED ECONOMIA IN VISTA DELLE ELEZIONI , SILEONI A “MEDITERRANEA”

17/08/2022 |

POLITICA ED ECONOMIA IN VISTA DELLE ELEZIONI , SILEONI A “MEDITERRANEA”

Il segretario generale della Fabi ha partecipato a un dibattito a Sabaudia, moderato da Andrea …

SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

13/08/2022 |

SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

Meno filiali e 4 milioni di italiani senza sportello. Il telegiornale di Mediaset delle 13 …

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

13/08/2022 |

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

L’ultima analisi della Fabi mette in luce la desertificazione bancaria a cui si sta apprestando …

24/10/2022 | Riccione (RN)

5^ Conferenza Nazionale dei Servizi

24/06/2022 09:30 | Videoconferenza

Attivo nazionale delle Banche di Credito Cooperativo

02/06/2022 | Gdansk (Polonia)

UNI EUROPA YOUTH CONFERENCE

13/06/2022 11:00 | Milano

Riunione Comitato Direttivo Centrale