8 MARZO: Donna e’ Solidarieta’

8 MARZO: Donna e' Solidarieta'

iv style=”text-align: justify”>All’insegna della concretezza e della generosità. Così il Coordinamento Donne della FABI si prepara a celebrare la festa della donna.

Niente mimose, cioccolatini, stucchevoli bigliettini d’auguri o altri inutili gadget. I fondi stanziati per le iniziative legate all’otto marzo, anche quest’anno FABI donna li devolverà totalmente a sostegno di un progetto di solidarietà.
Si tratta di Cuore Eritrea, la missione promossa dall’Ospedale Pasquinucci di Massa grazie alla quale lo scorso novembre sono stati operati in questo lembo di Corno d’Africa 15 bambini con gravi malformazioni cardiache, con il contributo anche della FABI e dei lavoratori del Credito.
“Devolvendo i nostri fondi a questo progetto, attraverso l’Associazione Un cuore Un mondo Onlus, ci auguriamo di contribuire nuovamente a salvare altre piccole vite umane e cogliamo l’occasione” sottolinea Cristiana De Pasquali, Responsabile Coordinamento Donne della FABI, “per invitare tutti i nostri iscritti e colleghi a dare un loro piccolo contributo all’iniziativa. Già l’anno scorso, grazie alla incredibile generosità della nostra organizzazione, è stato possibile raccogliere una cifra considerevole che ha permesso di operare gran parte dei bambini malati”.
I soldi devoluti e gli altri contributi che eventualmente arriveranno dai lavoratori serviranno a finanziare una nuova spedizione umanitaria, che dovrebbe partire tra maggio e novembre e portare ad Asmara un equipe di medici dell’ospedale Pasquinucci pronti a salvare altri piccoli e a regalare loro un cuore nuovo.
Le patologie cardiache, in Eritrea, sono infatti particolarmente diffuse e scarsi sono i mezzi e le risorse per curarle adeguatamente oltre a mancare personale medico locale in grado di far fronte alle necessità sanitarie della popolazione.
Probabilmente- fa sapere il Coordinamento Donne della FABI- parte dei nuovi fondi raccolti sarà utilizzata anche per finanziare una borsa di studio da regalare a un medico del posto al fine di consentirgli di ottenere la specializzazione in Italia.
Ma perché celebrare l’otto marzo lanciando una campagna di fundraising? “Perché pensiamo sia il modo migliore per dare valore a questa festa, dimostrando che le donne non sono corpi in vendita, come spesso un certo sistema mediatico tende a rappresentarle”, dichiara la De Pasquali, “ma impegno, coraggio, dedizione, voglia di mettersi al servizio di una causa con abnegazione e spirito di solidarietà”.
Un filosofia sposata anche dalla FABI di Ancona, che ha voluto celebrare la festa della donna regalando una borsa di studio a una giovane badante moldava, da anni in Italia, il cui sogno da sempre è quello di indossare il camice bianco.
L’assegno è stato consegnato alla ragazza oggi durante una cerimonia pubblica presso l’Hotel city del capoluogo marchigiano, a cui hanno preso parte anche alcuni rappresentanti della Regione.
“La nostra organizzazione, da sempre particolarmente sensibile ai problemi delle lavoratrici”, ha commentato Carla Nicolini dirigente sindacale della FABI di Ancona, “finanzierà gli studi di questa ragazza fino alla laurea in Medicina. Abbiamo scelto di celebrare la festa della donna donando questa borsa di studio a una giovane meritevole e bisognosa proprio perché riteniamo che la vera emancipazione femminile, un traguardo purtroppo ancora da raggiungere, passi attraverso la promozione dell’istruzione e del lavoro”.
Roma 07/03/2011
Informazioni utili:
Per sostenere economicamente il Progetto “Cuore Eritrea” gli interessati potranno inviare il loro contributo sul c/c intestato all’Associazione: ‘UN CUORE UN MONDO’ ONLUS – c/o Ospedale del Cuore G. Pasquinucci,Via Aurelia Sud, loc. Monte Pepe – 54100 Massa, aperto presso la Cassa di Risparmio di Carrara Ag. Di Villette – IBAN: IT75Y0611013603000080982180 indicando nella causale: Progetti di Cooperazione Internazionale Ospedale del Cuore Pasquinucci
“STRAGRANDE MAGGIORANZA PREFERISCE LAMENTARSI PIUTTOSTO CHE FARE”

23/05/2022 |

“STRAGRANDE MAGGIORANZA PREFERISCE LAMENTARSI PIUTTOSTO CHE FARE”

La Fabi ricorda la strage di Capaci, in occasione dei 30 anni dall’attentato, citando Giovanni …

PRESSIONI COMMERCIALI, SUL SOLE24ORE IL DOSSIER FABI

21/05/2022 |

PRESSIONI COMMERCIALI, SUL SOLE24ORE IL DOSSIER FABI

Il settimanale Plus pubblica l’elenco delle casistiche di minacce e violenze verbali subite dalle lavoratrici …

I SINDACATI RITROVANO IL DIALOGO CON BNL E FIRMANO TRE ACCORDI

20/05/2022 |

I SINDACATI RITROVANO IL DIALOGO CON BNL E FIRMANO TRE ACCORDI

La Fabi e le altre organizzazioni sindacali hanno raggiunto l’intesa sul Vap con un premio …