Il Coordinamento FABI in Intesa Sanpaolo si definisce indignato per il premio fedeltà concesso al nuovo Ceo, Enrico Cucchiani, che porterà nelle tasche di quest'ultimo ulteriori 300mila euro, rispetto del suo predecessore. Alla faccia della crisi
">

INTESA, LA FABI: A CUCCHIANI UN PREMIO ?SULLA FIDUCIA?

Il Coordinamento FABI in Intesa Sanpaolo si definisce indignato per il premio fedeltà concesso al nuovo Ceo, Enrico Cucchiani, che porterà nelle tasche di quest’ultimo ulteriori 300mila euro, rispetto del suo predecessore. Alla faccia della crisi
INTESA, LA FABI: A CUCCHIANI UN PREMIO ?SULLA FIDUCIA?
La FABI dice no al maxi emolumento concesso dal Gruppo Intesa Sanpaolo al nuovo Ceo, Enrico Cucchiani.

Una precisa clausola del contratto del manager prevede, infatti, a favore di quest'ultimo un bonus di 300mila euro aggiuntivi qualora resti al timone della banca fino al 2015. Così il nuovo amministratore delegato si assicura un guadagno ancora più alto del suo predecessore Passera, nonostante la crisi e i tagli al personale. Una sorta di patto fedeltà, che, per ò, ha sottolineato il Coordinamento FABI di Gruppo riunito ieri a Rimini. suona come una vero e proprio schiaffo nei confronti dei lavoratori, ancora in trattativa, attraverso i propri rappresentanti sindacali, per vedersi riconoscere un equo VAP 2011 e impegnati a una continua rincorsa ai risultati.

“Anche il recente aumento per il Consigliere Delegato di Intesa SanPaolo, deciso senza curarsi
del momento”, hanno scritto i coordinatori FABI del Gruppo Intesa Sanpaolo nella mozione conclusiva,” ha determinato la nostra indignazione e quella dei dipendenti del Gruppo”.
“Le recenti assemblee in Intesa SanPaolo”, hanno proseguito i coordinatori, “hanno evidenziato un diffuso malessere delle Lavoratrici e dei Lavoratori, e la FABI continuerà, sempre più, ad impegnarsi per il riconoscimento e il rispetto del lavoro e della dignità della persona in azienda”.
Di fronte alla dure critiche della FABI il nuovo Ceo non ha battuto ciglio. “Non faccio nessun commento su dichiarazioni di organismi sindacali. Rispetto i loro commenti e le loro opinioni, poi ovviamente per esprimere una valutazione bisogna conoscere tutti gli elementi”, ha dichiarato
Cucchiani a margine di un convegno alla Bocconi. Il manager non ha poi voluto spiegare le motivazioni dell’ accordo sui suoi compensi. “Non c’è nessuna ragione per spiegare in questa sede i motivi di questo o quell’ accordo”, ha affermato.
Torino 11/05/2012
POLITICA ED ECONOMIA IN VISTA DELLE ELEZIONI , SILEONI A “MEDITERRANEA”

17/08/2022 |

POLITICA ED ECONOMIA IN VISTA DELLE ELEZIONI , SILEONI A “MEDITERRANEA”

Il segretario generale della Fabi ha partecipato a un dibattito a Sabaudia, moderato da Andrea …

SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

13/08/2022 |

SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

Meno filiali e 4 milioni di italiani senza sportello. Il telegiornale di Mediaset delle 13 …

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

13/08/2022 |

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

L’ultima analisi della Fabi mette in luce la desertificazione bancaria a cui si sta apprestando …

24/10/2022 | Riccione (RN)

5^ Conferenza Nazionale dei Servizi

24/06/2022 09:30 | Videoconferenza

Attivo nazionale delle Banche di Credito Cooperativo

02/06/2022 | Gdansk (Polonia)

UNI EUROPA YOUTH CONFERENCE

13/06/2022 11:00 | Milano

Riunione Comitato Direttivo Centrale