LAVORARE IN BANCA, FACCIA A FACCIA TRA POLONI E SILEONI

Martedì a Milano, all’Università Cattolica, seminario di studi con la partecipazione del presidente del Casl Abi e del segretario generale della Fabi

LAVORARE IN BANCA, FACCIA A FACCIA TRA POLONI E SILEONI

Lavorare in banca, un mondo in evoluzione. È il titolo della giornata di studi in programma martedì 12 novembre a Milano (ore 14.30) all’Università Cattolica (largo Agostino Gemelli 1) durante il quale è previsto un confronto tra il presidente del Casl Abi (nonché condirettore generale del Banco Bpm), Salvatore Poloni, e il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

 

I lavori saranno aperti con il saluto di Rony Hamaui dell’Associazione per lo Sviluppo degli studi di Banca e Borsa (Assbb) e poi coordinati da Angelo Baglioni (Cattolica). Le tre relazioni dei docenti dell’ateneo milanese – Lorenzo Cappellari, Michele Faioli e Claudio Lucifora – faranno da apripista per il dibattito tra Poloni e Sileoni. Confronto particolarmente atteso poiché arriva nel mezzo del rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro dei bancari che proprio ieri, dopo l’incontro in Abi, ha riavviato il negoziato tra le banche e i sindacati.

Roma, 7 novembre 2019

 

 

BANCHE: IN DIECI ANNI -20% SPORTELLI IN ITALIA = Domani all’Università Cattolica a Milano presentazione dei dati dell’Osservatorio monetario Milano, 11 nov. (Adnkronos) –

Tra il 2008 e il 2018 il sistema bancario italiano ha registrato un calo degli sportelli del 20%. Lo stesso trend si è registrato in Europa, con le filiali che in dieci anni si sono ridotte del 27%, per un totale di 65mila unità in meno. Sono alcuni dei dati che saranno presentati dal nuovo numero dell’Osservatorio monetario. Il rapporto quadrimestrale, a cura del Laboratorio di analisi monetaria, sarà presentato domani, martedì 12 novembre, nell’ambito dell’incontro dedicato al tema ‘Lavorare in banca. Un mondo in evoluzione’, in programma alle ore 14.30 all’Università Cattolica a Milano. Dopo i saluti di Rony Hamaui, segretario generale dell’Associazione per lo Sviluppo degli Studi banca e Borsa (Assbb), si alterneranno le relazioni di alcuni autori dell’Osservatorio monetario: Lorenzo Cappellari, Michele Faioli, Claudio Lucifora, tutti docenti all’Università Cattolica. Seguirà, poi, una tavola rotonda, cui parteciperanno Salvatore Poloni, Associazione Bancaria Italiana (Abi), e Lando Sileoni, Federazione Autonoma Bancari Italiani (Fabi). Introdurrà e coordinerà i lavori Angelo Baglioni, direttore Osservatorio monetario. “Sia la crisi finanziaria sia l’innovazione tecnologica hanno portato a una drastica riduzione nel numero di unità”, spiega Baglioni. Tuttavia “non è solo un problema di quantità ma anche di composizione del lavoro: si richiedono sempre meno operazioni ripetitive e quindi i lavoratori che sono alla cassa o allo sportello possono essere facilmente sostituiti dai computer”. (segue) (Red-Bco/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 11-NOV-19 15:29 NNNN

BANCHE: IN DIECI ANNI -20% SPORTELLI IN ITALIA (2) = (Adnkronos) –

E questo sta influendo molto sui rapporti contrattuali. “Sono sempre di meno i rapporti di lavoro tradizionali a tempo indeterminato o full time, mentre aumentano quelli di tipo indipendente e autonomo, soprattutto nel settore della consulenza, dei servizi di investimento, della distribuzione dei prodotti finanziari tali da rendere il lavoro più precario e meno stabile rispetto al passato. In cambio, però, aumenta la richiesta di figure professionali dotate di soft skills, quali abilità comunicative e relazionali, capacità di leadership e creatività”, sottolinea Baglioni. Inoltre l’Osservatorio monetario raccoglie un approfondimento sulla discriminazione di genere. Secondo il rapporto, quasi la metà del personale impiegato (45%) nel settore è femminile. Tuttavia, sembra ancora persistere il fenomeno del ‘soffitto di cristallo’: le donne hanno minori opportunità di carriera degli uomini e raramente accedono ai ruoli esecutivi di vertice. Ciò si riflette nel pay gender gap: le donne guadagnano mediamente meno degli uomini, anche a parità di livello di istruzione e di età. (Red-Bco/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 11-NOV-19 15:29 NNNN