PANETTA, PATUELLI E TREMONTI AL 125° CONSIGLIO NAZIONALE FABI

Dal 4 al 6 dicembre, all’hotel Marriott, si riuniscono oltre 1.800 dirigenti sindacali. Al centro dei dibattiti: il rinnovo del contratto di lavoro dei bancari e i cambiamenti in atto nel settore. Tra gli altri ospiti: Salvatore Poloni, Fabio Innocenzi, Giovanni Sabatini, Matteo Spanò, Diego Fusaro, Giulio Sapelli, Carlo Alberto Carnevale Maffè. Intervengono i direttori Capolino (Milano Finanza), Tamburini (Sole24Ore) Cerasa (Foglio). Con loro anche i vicedirettori del Tg5, del TgLa7 e del Giornale: De Filippi, Pancani e Porro.

PANETTA, PATUELLI E TREMONTI AL 125° CONSIGLIO NAZIONALE FABI

 

 

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

COMUNICATO STAMPA

FABI: A MILANO IL 125° CONSIGLIO NAZIONALE

Dal 4 al 6 dicembre, all’hotel Marriott, si riuniscono oltre 1.800 dirigenti sindacali. Al centro dei dibattiti: il rinnovo del contratto di lavoro dei bancari e i cambiamenti in atto nel settore. Tra gli ospiti: il direttore generale della Banca d’Italia, Fabio Panetta, il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, e l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. Tra gli altri ospiti: Salvatore Poloni, Fabio Innocenzi, Giovanni Sabatini, Matteo Spanò, Diego Fusaro, Giulio Sapelli, Carlo Alberto Carnevale Maffè. Intervengono i direttori Capolino (Milano Finanza), Tamburini (Sole24Ore) Cerasa (Foglio). Con loro anche i vicedirettori del Tg5, del TgLa7 e del Giornale: De Filippi, Pancani e Porro.

Roma, 27 novembre 2019. Il direttore generale della Banca d’Italia, Fabio Panetta, il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, e l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. Sono alcuni degli attesissimi ospiti al 125° Consiglio nazionale della Fabi, in programma a Milano dal 4 al 6 dicembre. Durante i dibattiti e le tavole rotonde, si discuterà del rinnovo del contratto di lavoro di oltre 330.000 lavoratori bancari e della contrattazione aziendale, del mondo del lavoro e delle nuove tecnologie, del rapporto tra politica e finanza. All’evento della Federazione autonoma bancari italiani – che si svolgerà all’hotel Marriott, in via Giorgio Washington 66, con la presenza di oltre 1.800 dirigenti sindacali – interverranno anche il commissario straordinario di Carige, Fabio Innocenzi, il condirettore generale del BancoBpm e presidente Casl Abi, Salvatore Poloni, il vicepresidente di Federcasse, Matteo Spanò, il direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini, l’economista e storico Giulio Sapelli, il filosofo Diego Fusaro. E poi: Gabriele Capolino, Carlo Alberto Carnevale Maffè, Claudio Cerasa, Giuseppe De Filippi, Oscar Giannino, Andrea Pancani, Nicola Porro e Fabio Tamburini.

Durante i tre giorni – che vedranno sempre la presenza sul palco del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni – sono previsti dibattiti e approfondimenti. Al centro, il rinnovo del contratto nazionale, ma con uno sguardo sempre rivolto ai cambiamenti in atto nel settore: banche, politica ed Europa, finanza, nuove tecnologie. Interverranno autorevoli ospiti della cultura, dell’economia e della finanza. I lavori – dopo la relazione del segretario generale aggiunto della Fabi, Mauro Bossola – si apriranno con il direttore generale della Banca d’Italia, Fabio Panetta, che assieme a Sileoni, ai direttori di Milano Finanza e Sole24Ore, Gabriele Capolino e Fabio Tamburini, Rosario Dimito del Messaggero e Nicola Saldutti del Corriere della Sera, discuterà del futuro delle banche e della vigilanza. Poi spazio a “Così è stata salvata Carige”: Sileoni incontrerà il commissario straordinario della banca genovese, Fabio Innocenzi. A seguire la tavola rotonda “Lavoro, politica e finanza: tre strade parallele!”, con Claudio Cerasa (Foglio), Giuseppe De Filippi (vicedirettore Tg5), Diego Fusaro, Nicola Porro (Rete 4 e vicedirettore del Giornale), Nicola Saldutti (Corriere della Sera), Giulio Sapelli, Fabio Tamburini (Sole 24 Ore) e Giulio Tremonti.

Protagonisti di “Lavoro e nuove tecnologie: come cambia il settore bancario” saranno Carlo Alberto Carnevale Maffè (Sda Bocconi), Oscar Giannino (editorialista e conduttore radio), Pietro Paganini (John Cabot University), Sandro Iacometti (Libero), Lina Palmerini (Sole24Ore) e Gianluca Paolucci (Stampa) con la moderazione di Frediano Finucci (TgLa7). A metà pomeriggio, i segretari generali di tutte le organizzazioni sindacali del settore del credito si confronteranno con il presidente del Casl Abi, Salvatore Poloni, sul “Valore del contratto”. Dalla contrattazione nazionale a quella aziendale: subito dopo i capi del personale dei maggiori gruppi bancari saranno protagonisti del dibattito “Il rapporto tra contrattazione di primo e secondo livello”, moderato dal vicedirettore del TgLa7, Andrea Pancani.

“Il ruolo di Abi nel contratto nazionale” è, infine, il titolo del faccia a faccia tra il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli e Sileoni, introdotto dal segretario generale aggiunto della Fabi, Giuliano De Filippis. Chiude la giornata il direttore generale di Abi, Giovanni Sabatini.

Appuntamento dedicato al mondo del credito cooperativo quello in agenda giovedì 5 dicembre, con la tavola rotonda “La riforma delle Bcc e l’impatto sui territori”, a cui parteciperanno i responsabili del personale del gruppo Iccrea, Marco Vernieri, e del gruppo Cassa centrale banca, Pasquale Del Buono, il coordinatore Fabi Iccrea, Pier Giuseppe Mazzoldi, il coordinatore Fabi Ccb, Domenico Mazzucchi e il coordinatore Fabi Raiffeisen, Werner Pedoth. Al dibattito prenderanno parte il vicepresidente di Federcasse, Matteo Spanò, e il segretario nazionale Fabi, Luca Bertinotti.

L’intera manifestazione – che si chiuderà venerdì 6 dicembre con l’intervento del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni – sarà presentata da Federico De Rosa (Corriere della Sera). Ad animare dibattiti e tavole rotonde contribuiranno firme importanti della carta stampata: Andrea Greco (Repubblica), Fabrizio Massaro, Rita Querzè e Stefano Righi (Corriere della Sera),Luca Gualtieri (Milano Finanza), Gianluca Paolucci e Francesco Spini (Stampa), Cristina Casadei (Sole 24 Ore).