UNA VITTORIA DA RACCONTARE AI LAVORATORI

L’ipotesi di accordo firmata in Abi illustrata in Lombardia per gli attivi regionali Fabi. Il coordinatore di Milano, Giuseppe Milazzo: «Andremo in assemblea convinti di aver ottenuto un contratto serio e responsabile che garantirà la tenuta sociale del settore»

UNA VITTORIA DA RACCONTARE AI LAVORATORI

Oltre 400 dirigenti sindacali a Milano per la tappa lombarda del tour della Fabi sul nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro. Assieme ai segretari nazionali, Giuseppe Milazzo, Mauro Scarin e Fabio Scola anche la responsabile del Dipartimento contrattualistica, Elisabetta Mercaldo, che è entrata nel dettaglio di tutti gli aspetti principali del nuovo contratto. Quindi accolto da calorosi applausi il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

Decimo appuntamento degli attivi regionali della Fabi organizzati in vista delle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori (in agenda dal 6 febbraio al 13 marzo) chiamati a esprimersi sull’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale di lavoro, approvata lo scorso 19 dicembre dalle organizzazioni sindacali e dall’Abi.

«Gli attivi regionali sono un momento fondamentale per approfondire i punti del contratto facendo domande e confrontandosi con i protagonisti del tavolo della trattativa» ha detto il segretario nazionale, Mauro Scarin introducendo i lavori e lasciando la parola a Sileoni.

«Durante le assemblee con i lavoratori difenderemo con il coltello tra i denti questa ipotesi di accordo perché siamo consapevoli dello straordinario risultato ottenuto» ha detto il segretario generale della Fabi dopo aver ripercorso le tappe principali della lunga e delicata trattativa in Abi.
«L’aspetto fondamentale da sottolineare è che abbiamo un contratto con tutti gli strumenti fondamentali per gestire il futuro e soprattutto per affrontare piani industriali, fusioni e tutti i cambiamenti del settore. Tocca a noi svolgere il nostro ruolo, fino in fondo».

Tantissime le domande e le osservazioni rivolte a Sileoni, ma anche al segretario nazionale e coordinatore Fabi Milano, Giuseppe Milazzo che è entrato nel merito dei principali punti dell’ipotesi di accordo siglata. «Da anni non si vedeva un contratto così completo e il messaggio che deve passare forte e chiaro è che dobbiamo riportare questo straordinario successo ai lavoratori. È una grande vittoria per noi e per tutti i bancari. I pilastri del contratto sono la garanzia per un futuro fondato sulla sostenibilità sociale per lavoratori, clientela e la stessa banca con il suo ruolo fondamentale»

«Un rinnovo contrattuale – ha commentato il segretario nazionale Fabio Scola – che ha visto operare la nostra organizzazione con capacità e credibilità contrattuale ai massimi livelli. Un contratto che ci ha visti pronti ed attenti nelle sfide del cambiamento. Dall’innovazione, ai diritti, dalle tutele fino al salario, ancora una volta la Fabi si è resa interprete e responsabile del futuro della categoria».

 

Milano 05 febbraio 2020

Il servizio realizzato dalla FABI TV

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MUTUI E SOFFERENZE, SILEONI IN DIRETTA SU CANALE 5

25/05/2022 |

MUTUI E SOFFERENZE, SILEONI IN DIRETTA SU CANALE 5

Il segretario generale della Fabi ha partecipato alla trasmissione Mattino Cinque condotta da Francesco Vecchi. …

DEUTSCHE BANK, ACCORDO SULLA FORMAZIONE E RICONVERSIONE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI

24/05/2022 |

DEUTSCHE BANK, ACCORDO SULLA FORMAZIONE E RICONVERSIONE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI

Con l’intesa raggiunta il 19 maggio tra la Fabi, le altre sigle, con i vertici …

RISCOSSIONE, PROSEGUE LA TRATTATIVA SUL CONTRATTO NAZIONALE

24/05/2022 |

RISCOSSIONE, PROSEGUE LA TRATTATIVA SUL CONTRATTO NAZIONALE

Va avanti il tavolo per il rinnovo del Ccnl dei dipendenti di AdeR. Landoni: “Periodo …