STOP AGLI AVVISI FISCALI AGLI ESODATI: LA RICHIESTA DI SINDACATI E ABI

Sul Sole 24 Ore, un ampio servizio dedicato alla lettera del 27 maggio in cui la Fabi e le altre organizzazioni sindacali, congiuntamente con Abi, chiedevano all’Agenzia delle Entrate uno stop immediato alle richieste di pagamento di nuove tasse per le lavoratrici e i lavoratori bancari che sono nel Fondo di solidarietà.

STOP AGLI AVVISI FISCALI AGLI ESODATI: LA RICHIESTA DI SINDACATI E ABI

La vicenda riguarda 11mila lavoratori bancari esodati che a fine aprile hanno ricevuto una raffica di avvisi bonari dal Fisco, una richiesta media di 2mila euro l’anno a testa relativi all’anno 2016, per un meccanismo di calcolo che riguarda il Tfr e non gli assegni erogati grazie al Fondo di Solidarietà, istituito 20 anni fa e di cui i lavoratori in questione beneficiano. La Fabi e le altre sigle chiedono pertanto di restituire totale fiducia all’ammortizzatore sociale di settore, proprio in virtù del fatto che ha permesso finora una gestione socialmente sostenibile delle trasformazioni del mondo bancario evitando, al contempo, oneri alla fiscalità generale.