PREMIO DA 1.250 EURO PER I DIPENDENTI CEDACRI

Firmato l’accordo, dalla Fabi e dagli altri sindacati, sui riconoscimenti economici. Previsti anche buoni benzina da 250 euro. Prorogato fino a tutto il 2022 il contratto integrativo aziendale. Gavarini: «Riconosciuto lo straordinario impegno dei colleghi». Cassone: «Garantita tranquillità alle lavoratrici e ai lavoratori»

PREMIO DA 1.250 EURO PER I DIPENDENTI CEDACRI

Premio da 1.250 euro per tutti i dipendenti Cedacri e proroga del contratto integrativo aziendale fino a tutto il 2022. Queste le novità principali degli accordi firmati oggi dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con l’azienda, approvati dalle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori, che si sono svolte in un clima di grande partecipazione.

Secondo quanto stabilito dalle intese sindacali, il premio verrà erogato con le buste paga di giugno 2022 e, in media, per un dipendente con l’inquadramento della terza area professionale e terzo livello retributivo, sarà pari a 1.250 euro.

In più sono previsti 250 euro in buoni benzina. Il riconoscimento economico potrà essere ottenuto, sulla base della scelta delle lavoratrici e dei lavoratori, anche sotto forma di servizi welfare.

Con un altro accordo, è stata decisa la proroga del contratto integrativo aziendale fino al 31 dicembre 2022. «In un momento di cambiamento e incertezza derivato dal fatto che Cedacri, recentemente, è stato acquisito da Ion, abbiamo focalizzato la trattativa con l’intento di garantire a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori la continuità del contratto integrativo aziendale in scadenza e un Vap che riconoscesse lo straordinario impegno dei dipendenti. Crediamo che il risultato sia stato raggiunto» commenta il segretario provinciale della Fabi di Parma, Piergiorgio Gavarini.

«Siamo soddisfatti dell’approvazione degli accordi da parte dell’assemblea. Si tratta di ottimi accordi, che riconoscono il grande impegno delle lavoratrici e dei lavoratori di Cedacri. Ed è importante anche la proroga del contratto integrativo aziendale perché garantisce tranquillità in un periodo di cambiamenti così rilevanti per la nostra azienda» osserva il coordinatore Fabi in Cedacri, Paolo Cassone.

Parma, 22 ottobre 2021

CASSA MUTUA BCC, PIÙ SPAZIO AI SINDACATI

29/11/2021 |

CASSA MUTUA BCC, PIÙ SPAZIO AI SINDACATI

Si è tenuta a Roma, e in presenza, la prima riunione dei rappresentanti e dei …

FABI BOLOGNA, IL CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA FEDERAZIONE SUL TELEGIORNALE REGIONALE

29/11/2021 |

FABI BOLOGNA, IL CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA FEDERAZIONE SUL TELEGIORNALE REGIONALE

Un ampio servizio sul Tgc bolognese sull’evento “Il credito ed il mondo femminile” promosso …

18/11/2021 14:30 | Padenghe sul Lago di Garda (BS)

Riunione Coordinamento Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA

13/12/2021 09:30 | Milano

Riunione Comitato Direttivo Centrale

15/12/2021 | Milano

11^ Conferenza di Organizzazione

13/12/2021 11:30 | Milano

126° Consiglio Nazionale

07/09/2021 09:30 | Videoconferenza

Riunione Coordinamento Nazionale FABI BCC