PENSIONI E TASSE, SILEONI IN DIRETTA SU CANALE 5

Il segretario generale della Fabi ospite di Mattino Cinque con l’ex presidente Inps, Tito Boeri. Confronto sulla previdenza e sulla riforma fiscale allo studio del governo

PENSIONI E TASSE, SILEONI IN DIRETTA SU CANALE 5

Il segretario generale della Fabi ospite di Mattino Cinque con l’ex presidente Inps, Tito Boeri. Confronto sulla previdenza e sulla riforma fiscale allo studio del governo

 

 

Fisco: Sileoni, pochi 8 miliardi per ridurre tasse Pnesioni troppo basse (ANSA) – ROMA, 08 DIC – “Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi”. E’ quanto sostiene il segretario generale della FABI, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque su Canale 5. “Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato e’ che tutti si lamentano. E’ invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi piu’ bassi, i pensionati su tutti perche’ l’85% di questi percepisce assegni bassissimi. Queste persone vanno tutelate, perche’ se uno Stato e’ uno Stato moderno e civile non puo’ considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni”. “Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema e’ come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce piu’ deboli e tutelare i giovani” ha aggiunto Sileoni. (ANSA). PAT-COM 08-DIC-21 12:05

Fisco: SILEONI, pochi 8 mld per ridurre tasse, pensioni basse = (AGI) – Roma, 8 dic. – “Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi. Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato e’ che tutti si lamentano. E’ invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi piu’ bassi, i pensionati su tutti perche’ l’85% di questi percepisce assegni bassissimi”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria SILEONI, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque in onda su Canale 5. (AGI)Ila (Segue) 081208 DIC 21
Fisco: SILEONI, pochi 8 mld per ridurre tasse, pensioni basse (2)= (AGI) – Roma, 8 dic. – “Queste persone vanno tutelate, perche’ se uno Stato e’ uno Stato moderno e civile non puo’ considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni. Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema e’ come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce piu’ deboli e tutelare i giovani”, ha aggiunto Sileoni. (AGI)Ila 081208 DIC 21
FISCO: SILEONI “POCHI 8 MLD PER RIDURRE TASSE, PENSIONI TROPPO BASSE” ROMA (ITALPRESS) – “Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi. Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato è che tutti si lamentano. È invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi più bassi, i pensionati su tutti perché l’85% di questi percepisce assegni bassissimi. Queste persone vanno tutelate, perché se uno Stato è uno Stato moderno e civile non può considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria SILEONI, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque in onda su Canale 5. “Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema è come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce più deboli e tutelare i giovani” ha aggiunto Sileoni. (ITALPRESS). vbo/com 08-Dic-21 12:19
FISCO: SILEONI (FABI), ‘POCHI 8 MLD PER RIDURRE LE TASSE’ = Roma, 8 dic. (Adnkronos) – “Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi. Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato è che tutti si lamentano. È invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi più bassi, i pensionati su tutti perché l’85% di questi percepisce assegni bassissimi. Queste persone vanno tutelate, perché se uno Stato è uno Stato moderno e civile non può considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria SILEONI, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque in onda su Canale 5. “Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema è come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce più deboli e tutelare i giovani”, ha aggiunto Sileoni. (Sec/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 08-DIC-21 12:24
FISCO, SILEONI: POCHI 8 MILIARDI PER RIDURRE TASSE, PENSIONI TROPPO BASSE (9Colonne) Roma, 8 dic – «Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi. Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato è che tutti si lamentano. È invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi più bassi, i pensionati su tutti perché l’85% di questi percepisce assegni bassissimi. Queste persone vanno tutelate, perché se uno Stato è uno Stato moderno e civile non può considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni». Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria SILEONI, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque in onda su Canale 5. «Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema è come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce più deboli e tutelare i giovani» ha aggiunto Sileoni. (Red) 081204 DIC 21
Fisco: SILEONI (Fabi), pochi 8 miliardi per ridurre tasse Milano, 8 dic. (LaPresse) – “Quegli 8 miliardi di euro stanziati dal governo nell’ambito della riforma fiscale, per ridurre le tasse, sono pochi. Il governo ha mediato tra imprese, ipotizzando meno Irap, e lavoratori, con una riduzione lineare dell’Irpef. Ma il risultato è che tutti si lamentano. È invece indispensabile tutelare, soprattutto in questo momento, i redditi più bassi, i pensionati su tutti perché l’85% di questi percepisce assegni bassissimi. Queste persone vanno tutelate, perché se uno Stato è uno Stato moderno e civile non può considerare aumenti accettabili, per poter sopravvivere, 5 o 10 euro al mese, quelli arrivati recentemente con la recente rivalutazione degli assegni”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria SILEONI, intervistato durante la trasmissione Mattino Cinque in onda su Canale 5. (Segue) ECO NG01 lcr/ctr 081228 DIC 21
Fisco: SILEONI (Fabi), pochi 8 miliardi per ridurre tasse-2- Milano, 8 dic. (LaPresse) – “Il governo deve impegnare maggiori risorse verso i pensionati. Il problema è come cambiare le regole e mettere in discussione gli errori del passato. Pensioni troppo basse sono inaccettabili, soprattutto se si pensa al potere d’acquisto e al costo della vita. Occorre rivedere le regole per salvaguardare le fasce più deboli e tutelare i giovani” ha aggiunto Sileoni. ECO NG01 lcr/ctr 081228 DIC 21
SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

13/08/2022 |

SILEONI AL TG5: “DESERTIFICAZIONE CREERÀ PROBLEMI AL PAESE”

Meno filiali e 4 milioni di italiani senza sportello. Il telegiornale di Mediaset delle 13 …

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

13/08/2022 |

OLTRE 4MILIONI DI ITALIANI SENZA UN RIFERIMENTO BANCARIO

L’ultima analisi della Fabi mette in luce la desertificazione bancaria a cui si sta apprestando …

LA DESERTIFICAZIONE BANCARIA: PIÙ DI 4 MILIONI DI ITALIANI SENZA BANCA

12/08/2022 |

LA DESERTIFICAZIONE BANCARIA: PIÙ DI 4 MILIONI DI ITALIANI SENZA BANCA

Il 7% della popolazione italiana vive in territori dove non ci sono più agenzie bancarie: …

24/10/2022 | Riccione (RN)

5^ Conferenza Nazionale dei Servizi

24/06/2022 09:30 | Videoconferenza

Attivo nazionale delle Banche di Credito Cooperativo

02/06/2022 | Gdansk (Polonia)

UNI EUROPA YOUTH CONFERENCE

13/06/2022 11:00 | Milano

Riunione Comitato Direttivo Centrale