CCNL CREDITO COOPERATIVO, LA TRATTATIVA È AL PREMIO DI RISULTATO

Oggi un nuovo incontro tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle Bcc per la discussione del rinnovo del contratto nazionale del settore. Il dibattito focalizzato sulle richieste dei sindacati per la parte variabile della retribuzione. Prossimi incontri sul tema il 18 e 25 gennaio con la bozza di Federcasse.

CCNL CREDITO COOPERATIVO, LA TRATTATIVA È AL PREMIO DI RISULTATO

Ancora un incontro per Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin con Federcasse per discutere il rinnovo del contratto nazionale del Credito cooperativo. Al centro del dibattito la disciplina del premio di risultato. Secondo i sindacati la parte variabile della retribuzione, in quanto elemento cruciale per la redistribuzione della produttività, deve essere rivista ed attualizzata, necessitando di alcune riflessioni, approfondimenti e adattamenti, in coerenza con i nuovi assetti contrattuali. In particolare, dovrà riguardare la generalità dei lavoratori e tenere in considerazione il beneficio della leva fiscale e l’opzione sulle modalità welfare.

 

«La ripresa del confronto con Federcasse ha fatto registrare un positivo cambio di passo con ulteriori due date di incontri oltre a quelle già previste – ha dichiarato Luca Bertinotti, segretario nazionale Fabi -. Sul tema cruciale della produttività di settore e quindi del premio di risultato, da definire e attualizzare con il mutato contesto di settore, Federcasse condivide l’esigenza di arrivare in tempi congrui e certi per la sua auspicata definizione. Se le premesse di inizio anno saranno mantenute, pur nella complessità delle materie che contraddistinguono il rinnovo del Ccnl, con un cambio di passo e adeguate sessioni di confronto si potranno dare adeguate risposte alle attese e prerogative dei lavoratori e delle lavoratrici del settore Credito Cooperativo» ha concluso Bertinotti.

Il confronto su questo tema proseguirà il 18 e 25 gennaio. Infine, vista l’attuale situazione pandemica, i sindacati e Federcasse hanno condiviso la necessità di un incontro specifico per il 14 gennaio.

Roma, 11 gennaio 2022