DEUTSCHE BANK, ACCORDO SULLA FORMAZIONE E RICONVERSIONE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI

Con l’intesa raggiunta il 19 maggio tra la Fabi, le altre sigle, con i vertici del gruppo bancario verranno erogate oltre 19 mila ore di corsi per favorire il consolidamento e sviluppo professionale dei lavoratori DB. Caldara: «Riteniamo di aver fornito un quadro di garanzie utili ad agevolare la riorganizzazione lavorativa dei colleghi sempre più frequentemente impattati dalle ricorrenti revisioni aziendali».

DEUTSCHE BANK, ACCORDO SULLA FORMAZIONE E RICONVERSIONE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI

Oltre 19 mila ore di formazione per i dipendenti Deutsche Bank grazie all’accordo sottoscritto il 19 maggio dalla Fabi e dalle altre sigle con i vertici del gruppo bancario. Il piano formativo aziendale “I.R.I.S. Innovazione, Riconversione e Sviluppo” è finanziato dal Fondo banche e assicurazioni (Fba) e mira a sostenere la crescita competitiva aziendale attraverso un processo di conversione e adeguamento delle competenze dei dipendenti del gruppo.

Tra i punti principali del testo di accordo c’è la “sostenibilità delle politiche commerciali” quindi l’impegno da parte dell’azienda sul tema della sostenibilità delle performance, dell’etica, della trasparenza e della responsabilità nelle relazioni con il cliente favorendo, quindi, il miglioramento del clima lavorativo e la collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti, nel rispetto della dignità dei lavoratori e della valorizzazione della loro professionalità e in linea con quanto previsto nell’accordo su politiche commerciali e organizzative del lavoro. È stata, inoltre, formalizzata la conciliazione dei tempi di vita/lavoro attraverso il diritto alla disconnessione, la flessibilità di entrata e uscita e le modifiche di orari lavorativi.

Il piano oggetto dell’intesa sottoscritta è articolato da diversi progetti che vanno dalla conversione di 20 filiali retail in sportelli di credito al consumo all’ampliamento dell’approccio proattivo del cliente. L’obiettivo è valorizzare il rapporto di fiducia con il risparmiatore. È prevista, inoltre, la formazione linguistica per aumentare la capacità di utilizzo della lingua inglese.

«Tra i principali risultati conseguiti in questa trattativa, va evidenziato l’aver ottenuto che le modalità di fruizione della formazione prevista dal piano comprendano sia la partecipazione in presenza sia quella on line» commenta il coordinatore Fabi nel gruppo Deutsche Bank, Sergio Caldara che ha specificato come «la partecipazione, inoltre, potrà essere fruita in regime di lavoro agile anche dai colleghi della rete, ricorrendo altresì a possibili soluzioni di device-sharing e/o di utilizzo di device personali».
«Altra importante acquisizione – ha continuato Caldara- riguarda la previsione di verifiche puntuali per garantire che i contenuti formativi vengano recepiti nel migliore dei modi, così da renderli effettivamente utili rispetto agli obiettivi del piano. A tal proposito, per il corso sulla “Sostenibilità delle politiche commerciali”, nell’accordo è prevista la presenza di un componente sindacale della “Commissione aziendale bilaterale sulle politiche commerciali e organizzazione del lavoro” in ciascuna sessione formativa. Con la sottoscrizione di questo accordo riteniamo di aver fornito un quadro di garanzie utili ad agevolare la riconversione professionale dei colleghi sempre più frequentemente impattati dalle ricorrenti riorganizzazioni aziendali» ha concluso il coordinatore Fabi.

Milano, 24 maggio 2022