“CHIEDEREMO IMPORTANTI AUMENTI ECONOMICI COL NUOVO CONTRATTO DI LAVORO”

Crescono ricavi e utili delle banche grazie alla salita del costo del denaro. Il commento del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, in un articolo di Repubblica: “La forbice dei tassi bancari ha avuto un andamento anomalo”

“CHIEDEREMO IMPORTANTI AUMENTI ECONOMICI COL NUOVO CONTRATTO DI LAVORO”

“La forbice dei tassi bancari ha avuto un andamento anomalo nell’ultimo anno. L’aumento degli interessi sui prestiti è stato sei, sette volte maggiore rispetto agli interessi sui conti correnti. Vuol dire che le banche hanno utilizzato l’aumento del costo del denaro molto a loro vantaggio e poco per restituire benefici alla clientela. Questa scelta dipende dalla volontà degli amministratori delegati di aumentare i ricavi e sopratutto gli utili del 2022, per poi distribuire importanti dividendi agli azionisti, come è stato. Ne prendiamo atto. Per quanto riguarda il rapporto con la clientela, ci sarebbe da fare qualche osservazione critica, tuttavia riteniamo questa situazione molto positiva per poter chiedere importanti aumenti economici col nuovo contratto nazionale dei bancari”.

Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, a Repubblica (inserto Affari&Finanza), in un articolo di Vittoria Puledda che mette in luce l’aumento dei costi della clientela bancaria sia per quanto riguarda i servizi sia sul fronte dei tassi praticato sui prestiti.

ANTONIO ARGENTO PRESIDENTE DELLA CASSA SANITARIA DI UNICREDIT

14/06/2024 |

ANTONIO ARGENTO PRESIDENTE DELLA CASSA SANITARIA DI UNICREDIT

Oggi l’elezione all’unanimità: alla Fabi la guida di Unica, che assiste complessivamente a 135.000 persone. …

LE BANCHE ITALIANE HANNO MENO DEL 22% DEL DEBITO PUBBLICO

14/06/2024 |

LE BANCHE ITALIANE HANNO MENO DEL 22% DEL DEBITO PUBBLICO

Analisi&Ricerche Fabi: nei portafogli degli istituti 632 miliardi di bot e btp, in quattro anni …