COMUNICAZIONE E LAVORO NEL TERRITORIO SONO CENTRALI PER IL SAB DI LODI

Oggi la Fabi lodigiana compie 30 anni e festeggia il suo compleanno in occasione del suo 8° congresso. Presente il segretario nazionale Luca Bertinotti e il coordinatore della struttura provinciale Ettore Necchi

COMUNICAZIONE E LAVORO NEL TERRITORIO SONO CENTRALI PER IL SAB DI LODI

Pandemia e rinnovo del contratto nazionale hanno fatto da sfondo, oggi, al congresso della Fabi di Lodi. I lavori sono stati aperti dal coordinatore del Sab lodigiano, Ettore Necchi, riconfermato nel suo ruolo per altri quattro anni. Necchi ha posto subito la sua attenzione al tema della pandemia ricordando come la Fabi di Lodi seppur tra mille difficoltà sia rimasta sempre aperta e pienamente funzionante, garantendo assistenza tutte le iscritte e gli iscritti.

«Solo il grande impegno delle lavoratrici e dei lavoratori ha consentito al sistema di reggere e garantire la ripresa. Noi abbiamo sopperito ai ritardi e alle inefficienze della sanità pubblica, anticipando la consegna di mascherine e di mezzi di protezione, ma anche supportando i bancari da un punto di vista psicologico e umano» ha detto il coordinatore lodigiano.

Necchi ha poi fatto un quadro dei risultati ottenuti fino a oggi dal Sab di Lodi, con un’importante premessa: «La comunicazione nel nostro lavoro è fondamentale. Se non comunicassimo adeguatamente, il nostro lavoro resterebbe sottotraccia, per questo siamo sempre a stretto contatto con i media locali che ci seguono da vicino e ci aiutano a portare a luce le nostre battaglie e le nostre vittorie». Impegno assiduo e lavoro costante sul territorio sono la chiave per la vittoria del Sab lodigiano che nonostante il problema della desertificazione bancaria ed i conseguenti tagli di organico, le fusioni bancarie, il suo numero di iscritti è rimasto invariato. «La Fabi di Lodi gode di ottima salute e vuole continuare a lottare a fianco dei bancari e dei lavoratori del territorio, contribuendo anche al successo della Fabi nazionale, magistralmente guidata da Lando Maria Sileoni, la cui abilità e il cui indiscusso intuito politico non devono essere utilizzati come alibi da chi dorme sugli allori conquistati dal nostro generale vittorioso» ha concluso Ettore Necchi.

Al segretario nazionale, Luca Bertinotti, il compito di entrare nel merito di altri temi caldi, a cominciare dal rinnovo contratto nazionale del lavoro. «Non dobbiamo dare nulla per scontato, questo rinnovo sarà ancora una volta in salita, dovremo assolutamente evitare pericolose fughe in avanti che mettono a rischio la centralità del nostro contratto» ha detto Bertinotti che nell’evidenziare l’importanza del contratto nazionale ha sottolineato che  «rinnovare i contratti è come rinnovare la carta d’identità di tutte le lavoratrici e dei lavoratori iscritti e non alla Fabi per dare continuità, cittadinanza e futuro a chi opera e lavora tutti i giorni per la crescita e lo sviluppo dell’intero settore e del Paese. Ricordatevi che nessuno verrà lasciato indietro e potrà mai sentirsi solo con la nostra organizzazione soprattutto grazie al segretario generale, Lando Maria Sileoni, che ha affondato le sue radici in profondità e solidamente nel terreno della categoria e quotidianamente di batte per i nostri, vostri diritti» ha concluso così il segretario nazionale. Il congresso, presieduto da Lodovico Antonini, è proseguito poi con il dibattito dei presenti in sala e le elezioni del nuovo direttivo.

Lodi, 18 marzo 2023

Il servizio realizzato dalla FABI TV

SILEONI AL FINANCIAL TIMES: «I POLITICI NON DEVONO TRARRE VANTAGGI DALLA NOSTRA PROTESTA IN BORSA»

18/06/2024 |

SILEONI AL FINANCIAL TIMES: «I POLITICI NON DEVONO TRARRE VANTAGGI DALLA NOSTRA PROTESTA IN BORSA»

Il segretario generale della Fabi commenta con il quotidiano finanziario lo sciopero indetto dai sindacati …

SCIOPERO PIAZZA AFFARI, SILEONI A GR 1 DELLE 7.00

18/06/2024 |

SCIOPERO PIAZZA AFFARI, SILEONI A GR 1 DELLE 7.00

Il segretario generale della Fabi commenta nell’edizione mattutina del programma radiofonico della Rai il primo …

BORSA ITALIANA, IL 27 GIUGNO PRIMO SCIOPERO NELLA STORIA DEL GRUPPO

17/06/2024 |

BORSA ITALIANA, IL 27 GIUGNO PRIMO SCIOPERO NELLA STORIA DEL GRUPPO

È la prima volta nella storia di Piazza Affari che viene organizzata una mobilitazione. L’iniziativa …