«LA FABI UNISCE IL PESO POLITICO CON L’OFFERTA DEI SERVIZI»

Tre giorni, 175 dirigenti sindacali e tre segretari nazionali. Sono i numeri della sesta Conferenza dei servizi per fare il punto su polizze, consulenza fiscale e tempo libero. Con Mattia Pari, Franco Casini e Mauro Scarin, anche il presidente del Caaf e del Comitato direttivo centrale, Mauro Bossola. A Paolo Cerrone, Paola Gomiero e Roberta Vaschieri il compito di informare e dare risposte, ognuno nel proprio settore.

«LA FABI UNISCE IL PESO POLITICO CON L’OFFERTA DEI SERVIZI»

I numeri di quest’anno, alla sesta Conferenza dei servizi Fabi, danno il senso di quanto sia diventato un appuntamento tanto atteso, quanto partecipato, dai dirigenti sindacali. Per tre giorni, a Riccione, 175 rappresentanti provenienti da tutte le strutture provinciali d’Italia, si sono ritrovati per fare il punto rispetto ad un anno fa, capire cosa può e deve essere migliorato, ciò che, introdotto come novità, ha avuto largo seguito. Ma, soprattutto, guardare al futuro per implementare i servizi offerti. Un tavolo allargato in cui ci si è confrontati, si è discusso e proposto.

 

La segreteria generale e la segreteria nazionale non hanno mancato, anche in quest’occasione, di partecipare all’incontro. Presenti, infatti, il segretario generale aggiunto, Mattia Pari, il segretario nazionale amministrativo, Franco Casini, il segretario nazionale organizzativo, Mauro Scarin. E poi, il presidente del Caaf e presidente del Comitato direttivo centrale, Mauro Bossola. Ad entrare nel merito dei vari settori ci hanno pensato Paolo Cerrone, responsabile nazionale Polizze assicurative e membro del Comitato direttivo centrale, Paola Gomiero, responsabile dipartimento Servizi e tempo libero, Roberta Vaschieri, direttrice del Caaf.

In apertura, il saluto di Mattia Pari, in rappresentanza della segreteria generale, che ha informato la platea sullo stato delle trattative in Abi per il rinnovo del Contratto nazionale. «Non diamo nulla per scontato, faremo di tutto per chiuderlo quanto prima e mantenendo le richieste del sindacato. Ovviamente, come sempre fatto attraverso gli strumenti di comunicazione della Fabi, vi terremo aggiornati». Poi il segretario generale aggiunto si è soffermato sulle questioni che tengono banco nel settore, come la tassa sugli extraprofitti che le banche provano ad utilizzare come alibi per il taglio dei costi. «La tassa sugli extraprofitti non peserà sul contratto dei lavoratori bancari» ha sottolineato Pari. Infine, il ringraziamento per la grande partecipazione ad un evento su cui la Fabi punta molto perché «i servizi che garantiamo sono una ulteriore tutela per i nostri iscritti» ha concluso.

Quindi si parla di polizze, con i servizi assicurativi della Fabi e le nuove proposte di Aon. «Quello dei servizi offerti ai nostri iscritti rimane un segno distintivo per la nostra organizzazione – ha spiegato Mauro Scarin – ogni anno cerchiamo di aumentare l’offerta anche in base ai suggerimenti che ci arrivano dai territori. Da due anni abbiamo attivato il servizio Onenet che permette con soli 7 euro l’anno di usufruire di grandi scontistiche sulle prestazioni sanitarie per sé, ma anche per altre sette persone del nucleo familiare, anche non conviventi, che possono essere iscritte gratuitamente. Una proposta che ha riscontrato un diffuso interesse, con l’adesione di molti Sab». Poi c’è tutto il ventaglio di polizze che vanno da quelle che riguardano i lavoratori a quelle per casa o automobili, illustrate da Paolo Cerrone. I dirigenti hanno discusso dei servizi, della loro applicazione, della risposta raccolta dai lavoratori, arricchendo il dibattito.

Seconda giornata dedicata alle proposte del dipartimento Servizi e tempo libero e all’assistenza fiscale offerta dal Caaf. «Rispetto al 2016, quando abbiamo inaugurato questo appuntamento della Conferenza dei servizi, sono cambiate tante cose, come questa platea che cresce ogni anno – ha detto Casini in apertura dei lavori – sono sempre più le persone, lavoratrici e lavoratori, giovani e pensionati, che cercano una risposta concreta ai loro problemi, tanto sul posto di lavoro quanto in campo previdenziale, fiscale e della salute. A tutti loro in questi anni, abbiamo dato supporto. Siamo stati capaci di stare al passo con i tempi, ma soprattutto di stare al passo con le esigenze degli iscritti, offrendo loro anche un pacchetto di servizi in grado di offrire vantaggi nella vita privata, attraverso un sempre più ampio ventaglio di convenzioni. Il ritorno è gratificante, i territori aderiscono in modo significativo. La Conferenza dei servizi oggi è, quindi, un appuntamento importante, fortemente voluto dalla segreteria nazionale e dal segretario generale. Perché è qui che la Fabi unisce tutto quello che è il settore dei servizi a quello che è il peso del primo sindacato del settore dei bancari» ha concluso Franco Casini.

Di come la Fabi si prenda cura dei suoi iscritti anche oltre lo stretto contesto lavorativo e sindacale presentando l’offerta delle convenzioni, Paola Gomiero, responsabile Dipartimento servizi e tempo libero. A chiudere la conferenza, il Caaf che ha “digitalizzato” l’assistenza fiscale e i servizi tributari: all’assistenza tradizionale è stata affiancata una comoda App. Ad aprire la sezione dedicata ai servizi fiscali, il presidente del Caaf Fabi, Mauro Bossola: «Al termine della campagna fiscale 2023, la Conferenza dei servizi, anche quest’anno, è stata l’occasione per ospitare i referenti del Caaf nazionale e locale. Grazie alla collaborazione dei Sab abbiamo potuto confermare il grande interesse da parte degli iscritti e dei familiari per questo tipo di attività che non si limita più alla sola dichiarazione dei redditi, ma si estende a tutto un ventaglio di servizi di consulenza fiscale» ha concluso Bossola.

Dalla platea, dirigenti che operano ogni giorno sui territori, interventi e proposte concrete, per continuare a crescere.

 

Riccione, 20 ottobre 2023

Il servizio realizzato dalla FABI TV

SILEONI AL FINANCIAL TIMES: «I POLITICI NON DEVONO TRARRE VANTAGGI DALLA NOSTRA PROTESTA IN BORSA»

18/06/2024 |

SILEONI AL FINANCIAL TIMES: «I POLITICI NON DEVONO TRARRE VANTAGGI DALLA NOSTRA PROTESTA IN BORSA»

Il segretario generale della Fabi commenta con il quotidiano finanziario lo sciopero indetto dai sindacati …

SCIOPERO PIAZZA AFFARI, SILEONI A GR 1 DELLE 7.00

18/06/2024 |

SCIOPERO PIAZZA AFFARI, SILEONI A GR 1 DELLE 7.00

Il segretario generale della Fabi commenta nell’edizione mattutina del programma radiofonico della Rai il primo …

BORSA ITALIANA, IL 27 GIUGNO PRIMO SCIOPERO NELLA STORIA DEL GRUPPO

17/06/2024 |

BORSA ITALIANA, IL 27 GIUGNO PRIMO SCIOPERO NELLA STORIA DEL GRUPPO

È la prima volta nella storia di Piazza Affari che viene organizzata una mobilitazione. L’iniziativa …