CONDOTTA ANTISINDACALE, LA FABI BATTE PAY CARE

Accolto il ricorso presentato soltanto dalla Federazione autonoma bancari italiani. Il tribunale ha contestato all’azienda il distacco collettivo del personale della sede romana, deciso senza trattativa con i sindacati né alcuna comunicazione.

CONDOTTA ANTISINDACALE, LA FABI BATTE PAY CARE

La Fabi batte Pay Care per condotta antisindacale. La decisione è del tribunale di Roma, depositata lo scorso 25 agosto. Il giudice del lavoro di Roma ha accolto il ricorso della Fabi, riconoscendo come antisindacale la condotta dell’azienda Pay Care per aver proceduto al distacco collettivo del personale della sede romana senza la corretta comunicazione e conseguente trattativa sindacale.

 

Pay Care, oltre a sostenere l’onere delle spese legali, avrà l’obbligo di affissione del decreto del Giudice in tutte le bacheche aziendali e l’inserimento di una copia dello stesse nelle buste paga dei dipendenti interessati. «Ancora una volta la Fabi di essere presente e di schierarsi sempre dalla parte dei lavoratori. Il positivo risultato raggiunto e la soddisfazione manifestata dei colleghi, dimostrano ancora una volta che la FABI dà voce alle giuste istanze dei lavoratori, tutelandoli in tutte le sedi» si legge in un documento della segreteria provinciale della Fabi di Roma.

Roma, 8 settembre 2020