ACCORDO CON INTESA PER LA CESSIONE DI 26 SPORTELLI UBI A BPPB

Ok della Fabi e delle altre organizzazioni sindacali al passaggio di 148 addetti alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Massima tutela sia sul piano economico sia su quello normativo. Ok a un piano di ricambio generazionale

ACCORDO CON INTESA PER LA CESSIONE DI 26 SPORTELLI UBI A BPPB

Ok della Fabi e delle altre organizzazioni sindacali al passaggio di 148 addetti alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Massima tutela sia sul piano economico sia su quello normativo. Ok a un piano di ricambio generazionale

 

 

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

 

COMUNICATO STAMPA

 

BANCHE: FABI, ACCORDO CON INTESA PER CESSIONE 26 SPORTELLI UBI A BPPB

 

Milano, 10 febbraio 2021. È stato firmato oggi dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con Intesa Sanpaolo l’accordo sindacale relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Si tratta della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dello scorso anno. Nel dettaglio, passano alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti distribuiti su 17 filiali e 9 minisportelli dislocate tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. Alle lavoratrici e ai lavoratori che passano a Bppb viene garantita la massima tutela sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre 2020, relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa. L’accordo di oggi con Intesa stabilisce pure un piano di ricambio generazionale in Bppb, con 6 assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e preprensionamenti su base volontaria. Viene dunque rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale.

 

«L’accordo chiuso oggi con Bppb riprende nella quasi totalità le garanzie e tutele già definite nell’accordo di fine anno per la cessione dì filiali Isp e Ubi a Bper. Quindi ottime garanzie e tutele per i colleghi ceduti. È stato salvaguardato l’obiettivo di una assunzione ogni due uscite. Abbiamo molto apprezzato lo sforzo di Bppb e del suo amministratore delegato, Piozzi, che pur trovandosi in una dimensione diversa rispetto la precedente cessione ha voluto dare un ottimo benvenuto ai colleghi acquisiti accogliendo le proposte sindacali» commenta il segretario nazionale della Fabi e coordinatore di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo. «Grazie all’accordo sindacale i 148 colleghi ceduti a Bppb hanno tutele di primissimo livello. Come per gli oltre 5.000 dipendenti ceduti a Bper, ogni lavoratore bancario deve sentirsi tutelato dal questo lavoro fatto dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali» osserva il coordinatore Fabi di Intesa Sanpaolo Ubi, Paolo Citterio.

 

Intesa: accordo con sindacati su sportelli Ubi a Bppb Passano a Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti (ANSA) – MILANO, 10 FEB – E’ stato firmato l’accordo tra i sindacati e Intesa Sanpaolo relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Lo rende noto la Fabi. Si tratta della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dello scorso anno. Nel dettaglio, passano alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti distribuiti su 17 filiali e 9 minisportelli dislocate tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. Alle lavoratrici e ai lavoratori che passano a Bppb viene garantita la massima tutela sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre 2020, relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa. L’accordo di oggi con Intesa stabilisce Anche un piano di ricambio generazionale in Bppb, con 6 assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e preprensionamenti su base volontaria. Viene dunque rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale. (ANSA). LE 10-FEB-21 17:30 NNNN

Intesa Sp: Fabi, accordo per cessione 26 sportelli Ubi a Bppb = (AGI) – Roma, 10 feb. – E’ stato firmato oggi dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con Intesa Sanpaolo l’accordo sindacale relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Si tratta, riferisce una nota della Fabi, della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dello scorso anno. Nel dettaglio, passano alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti distribuiti su 17 filiali e 9 minisportelli dislocate tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. (AGI)Mau (Segue) 101718 FEB 21 NNNN

Intesa Sp: Fabi, accordo per cessione 26 sportelli Ubi a Bppb (2)= (AGI) – Roma, 10 feb. – Alle lavoratrici e ai lavoratori che passano a Bppb, sottolinea il comunicato, viene garantita la massima tutela sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre 2020, relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa. L’accordo di oggi con Intesa stabilisce pure un piano di ricambio generazionale in Bppb, con 6 assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e preprensionamenti su base volontaria. Viene dunque rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale. “L’accordo chiuso oggi con Bppb riprende nella quasi totalita’ le garanzie e tutele gia’ definite nell’accordo di fine anno per la cessione di’ filiali Isp e Ubi a Bper. Quindi ottime garanzie e tutele per i colleghi ceduti. E’ stato salvaguardato l’obiettivo di una assunzione ogni due uscite. Abbiamo molto apprezzato lo sforzo di Bppb e del suo amministratore delegato, Piozzi, che pur trovandosi in una dimensione diversa rispetto la precedente cessione ha voluto dare un ottimo benvenuto ai colleghi acquisiti accogliendo le proposte sindacali” commenta il segretario nazionale della Fabi e coordinatore di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo. “Grazie all’accordo sindacale i 148 colleghi ceduti a Bppb hanno tutele di primissimo livello. Come per gli oltre 5.000 dipendenti ceduti a Bper, ogni lavoratore bancario deve sentirsi tutelato dal questo lavoro fatto dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali”, osserva il coordinatore Fabi di Intesa Sanpaolo Ubi, Paolo Citterio. (AGI)Mau 101718 FEB 21 NNNN

Banche, Fabi; Accordo con Intesa Sp per cessione 26 sportelli Ubi a Bppb Roma, 10 feb. (LaPresse) – È stato firmato oggi dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con Intesa Sanpaolo l’accordo sindacale relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Si tratta della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dello scorso anno. Nel dettaglio, passano alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti distribuiti su 17 filiali e 9 minisportelli dislocate tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. Alle lavoratrici e ai lavoratori che passano a Bppb viene garantita la massima tutela sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre 2020, relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa. (segue) ECO NG01 taw 101733 FEB 21

Banche, Fabi; Accordo con Intesa Sp per cessione 26 sportelli Ubi a Bppb-2- Roma, 10 feb. (LaPresse) – L’accordo di oggi con Intesa stabilisce pure un piano di ricambio generazionale in Bppb, con 6 assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e prepensionamenti su base volontaria. Viene dunque rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale.”L’accordo chiuso oggi con Bppb riprende nella quasi totalità le garanzie e tutele già definite nell’accordo di fine anno per la cessione dì filiali Isp e Ubi a Bper. Quindi ottime garanzie e tutele per i colleghi ceduti. È stato salvaguardato l’obiettivo di una assunzione ogni due uscite. Abbiamo molto apprezzato lo sforzo di Bppb e del suo amministratore delegato, Piozzi, che pur trovandosi in una dimensione diversa rispetto la precedente cessione ha voluto dare un ottimo benvenuto ai colleghi acquisiti accogliendo le proposte sindacali”, commenta il segretario nazionale della Fabi e coordinatore di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo. “Grazie all’accordo sindacale i 148 colleghi ceduti a Bppb hanno tutele di primissimo livello. Come per gli oltre 5.000 dipendenti ceduti a Bper, ogni lavoratore bancario deve sentirsi tutelato dal questo lavoro fatto dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali”, osserva il coordinatore Fabi di Intesa Sanpaolo Ubi, Paolo Citterio. ECO NG01 taw 101733 FEB 21

Intesa Sp, Fabi: accordo per cessione di 26 sportelli Ubi a Bppb “Passano alla Popolare di Puglia e Basilicata 148 lavoratori” Roma, 10 feb. (askanews) – Firmato dalla Fabi e dagli altri sindacati del credito l’accordo con Intesa Sanpaolo relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca popolare di Puglia e Basilicata. Lo comunica la Fabi, sottolineando che “si tratta della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dell’anno scorso”. Passano alla Bppb 148 addetti distribuiti su 17 filiali e nove mini-sportelli tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. Ai lavoratori che passano a Bppb “viene garantita la massima tutela sia per gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa”. L’accordo con Intesa stabilisce anche “un piano di ricambio generazionale in Bppb, con sei assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e preprensionamenti su base volontaria. Viene così rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale”. “L’accordo con Bppb – sottolinea Giuseppe Milazzo, segretario nazionale della Fabi e coordinatore di Intesa Sanpaolo – riprende nella quasi totalità le garanzie e tutele già definite nell’accordo di fine anno per la cessione dì filiali Intesa e Ubi a Bper: quindi ottime garanzie e tutele per i colleghi ceduti. È stato salvaguardato l’obiettivo di una assunzione ogni due uscite”. “Grazie all’accordo sindacale – aggiunge il coordinatore Fabi di Intesa Sanpaolo Ubi, Paolo Citterio – i 148 colleghi ceduti a Bppb hanno tutele di primissimo livello. Come per gli oltre 5mila dipendenti ceduti a Bper, ogni lavoratore bancario deve sentirsi tutelato dal questo lavoro fatto dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali”. Glv 20210210T174435Z

BANCHE: FABI, ACCORDO CON INTESA SP PER CESSIONE 26 SPORTELLI UBI A BPPB = Roma, 10 feb. (Adnkronos) – È stato firmato oggi dalla FABI e dalle altre organizzazioni sindacali con Intesa Sanpaolo l’accordo sindacale relativo alla cessione di 26 sportelli di Ubi Banca alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata. Lo annuncia una nota FABI. Si tratta della vendita di un ramo di azienda di Ubi, finalizzata il 15 gennaio, prevista nella procedura Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi dello scorso anno. Nel dettaglio, passano alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata 148 addetti distribuiti su 17 filiali e 9 minisportelli dislocate tra Abruzzo, Basilicata, Calabria e Molise. Alle lavoratrici e ai lavoratori che passano a Bppb viene garantita la massima tutela sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli normativi: sono state gettate le basi per la futura contrattazione di secondo livello, in linea con l’accordo del 30 dicembre 2020, relativo al passaggio a Bper di 5.107 dipendenti di Ubi e di Intesa. L’accordo di oggi con Intesa, aggiunge la nota FABI, stabilisce pure un piano di ricambio generazionale in Bppb, con 6 assunzioni e 12 uscite, tutte gestite con pensionamenti e preprensionamenti su base volontaria. Viene dunque rispettato il rapporto di una assunzione ogni due uscite definito da tempo in ambito nazionale. (segue) (Sec/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 10-FEB-21 18:17 NNNN

BANCHE: FABI, ACCORDO CON INTESA SP PER CESSIONE 26 SPORTELLI UBI A BPPB (2) = (Adnkronos) – “L’accordo chiuso oggi con Bppb riprende nella quasi totalità le garanzie e tutele già definite nell’accordo di fine anno per la cessione dì filiali Isp e Ubi a Bper. Quindi ottime garanzie e tutele per i colleghi ceduti. È stato salvaguardato l’obiettivo di una assunzione ogni due uscite”, commenta il segretario nazionale della FABI e coordinatore di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo. “Abbiamo molto apprezzato lo sforzo di Bppb e del suo amministratore delegato, Piozzi, che pur trovandosi in una dimensione diversa rispetto la precedente cessione ha voluto dare un ottimo benvenuto ai colleghi acquisiti accogliendo le proposte sindacali» commenta il segretario nazionale della FABI e coordinatore di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo. “Grazie all’accordo sindacale i 148 colleghi ceduti a Bppb hanno tutele di primissimo livello. Come per gli oltre 5.000 dipendenti ceduti a Bper, ogni lavoratore bancario deve sentirsi tutelato dal questo lavoro fatto dalla FABI e dalle altre organizzazioni sindacali”, osserva il coordinatore FABI di Intesa Sanpaolo Ubi, Paolo Citterio. (Sec/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 10-FEB-21 18:17 NNNN

QUINTO CONVEGNO FABI BOLOGNA: IL CREDITO ED IL MONDO FEMMINILE

25/11/2021 |

QUINTO CONVEGNO FABI BOLOGNA: IL CREDITO ED IL MONDO FEMMINILE

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne la Fabi di Bologna si …

«CON LA PANDEMIA RADDOPPIATE  LE AGGRESSIONI A DIPENDENTI»

24/11/2021 |

«CON LA PANDEMIA RADDOPPIATE LE AGGRESSIONI A DIPENDENTI»

Sul Corriere della Romagna in edicola oggi una lunga intervista al segretario nazionale Fabi, Mattia …

INFLAZIONE, DATI FABI A RETE4: SUI CONTI CORRENTI UNA TASSA OCCULTA DA 35 MILIARDI

23/11/2021 |

INFLAZIONE, DATI FABI A RETE4: SUI CONTI CORRENTI UNA TASSA OCCULTA DA 35 MILIARDI

Durante la trasmissione Quarta Repubblica, il conduttore Nicola Porro cita la stima della Federazione autonoma …

18/11/2021 14:30 | Padenghe sul Lago di Garda (BS)

Riunione Coordinamento Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA

13/12/2021 09:30 | Milano

Riunione Comitato Direttivo Centrale

15/12/2021 | Milano

11^ Conferenza di Organizzazione

13/12/2021 11:30 | Milano

126° Consiglio Nazionale

07/09/2021 09:30 | Videoconferenza

Riunione Coordinamento Nazionale FABI BCC