L’IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE SUI TERRITORI E DEL RAPPORTO CON I MEDIA LOCALI

Si sono concluse ieri a Palermo le due giornate, svolte il 16 e il 23 maggio, del Percorso Formativo sulla Comunicazione con la partecipazione dei dirigenti della Federazione siciliani e dei coordinatori delle strutture di Torino, Treviso, Lecco, Bari, Agrigento e Messina

L’IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE SUI TERRITORI E DEL RAPPORTO CON I MEDIA LOCALI

La comunicazione, elemento distintivo della Fabi, utilizzato come strumento per contrastare le problematiche del settore del credito. Con questo spirito si è concluso ieri, a Palermo, il Percorso Formativo sulla Comunicazione, organizzato dal dirigente nazionale Gabriele Urzì e che ha visto la partecipazione dei rappresentanti della Federazione siciliana e dei coordinatori delle strutture di: Torino, Paola Cogli; Treviso, Cinzia Fava; Agrigento, Francesco Urso, Messina, Massimo Pellegrino; Bari Paolo Baldassarra e Lecco Giancarlo Zacchi.

 

Focus del corso, che si è svolto con un workshop il 16 e un incontro in presenza il 23, l’apprendimento di un sistema di gestione e divulgazione delle informazioni relative al settore bancario e non solo, valorizzando le attività e il lavoro che quotidianamente viene svolto dai dirigenti Fabi. Sono state infatti trattate le tematiche relative alla comunicazione scritta, alla costruzione dei comunicati stampa, le tecniche di trasformazione di un “fatto” in “notizia”, il tutto supportato dalla presenza di giornalisti sia dell’agenzia di stampa Ansa sia di una testata online siciliana.

Palermo, 24 maggio 2023

ANTONIO ARGENTO PRESIDENTE DELLA CASSA SANITARIA DI UNICREDIT

14/06/2024 |

ANTONIO ARGENTO PRESIDENTE DELLA CASSA SANITARIA DI UNICREDIT

Oggi l’elezione all’unanimità: alla Fabi la guida di Unica, che assiste complessivamente a 135.000 persone. …

LE BANCHE ITALIANE HANNO MENO DEL 22% DEL DEBITO PUBBLICO

14/06/2024 |

LE BANCHE ITALIANE HANNO MENO DEL 22% DEL DEBITO PUBBLICO

Analisi&Ricerche Fabi: nei portafogli degli istituti 632 miliardi di bot e btp, in quattro anni …